Attività extra scolastiche dal 16 al 20 settembre

Lunedì 16, 18.30 - Vieni a giocare al parchís (presso il Cafè Alcaravan).
Prezzo: quello della tua consumazione
Punto d'incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h

Martedì 17, 17.30 - Agora di Alejando Amenábar (2009)
Nel IV secolo l'Egitto era una provincia dell'impero romano. La città più importante, Alessandria, si era convertita nell'ultimo baluardo della cultura di fronte ad un mondo in crisi, dominato dalla confusione e dalla violenza. Nell'anno 391, un'orda di fanatici si scagliò contro la leggendaria biblioteca di Alessandria. Intrappolata tra le sue mura, la brillante astronoma Ipazia, filosofa ed atea, lotta per salvare il sapere del mondo antico.
Luogo: Tía Tula - Durata del film: 126 minuti

Mercoledì 18, 19.30 - Mostra Ars Gemmaria Nova
Mostra sui gioielli charri: espone le origini etnografiche delle donne del popolo e con ingegno ed immaginazione, arriva a raccontare la loro figura nel XXI secolo.
Punto d'incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h

Giovedì 19, 19.30 - Cena Gourmet
Preparazione di 3 portate più un dolce (con vino lambrusco). E dopo potrete consumarli per la cena.
Prezzo 10 €
Punto d'incontro: Tía Tula -  Durata approssimativa 2h

Venerdì 20, 19.00 - Giro in barca
Per godere degli ultimi giorni d'estate, andiamo a fare un giro in barca a remi sul fiume Tormes (2 persone per barca). E' indispensabile iscriversi prima di mercoledì alle 14.
Prezzo 3,50 €
Punto d'incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h e 30.

Ti ricordiamo che: è necessario iscriversi ad ognuna delle attività presso la reception della scuola (per riservare il tuo posto; il numero minimo di partecipanti richiesto solitamente è di tre persone); le attività per le quali non è indicato un costo sono gratuite; il punto d'incontro, a meno che non ne venga indicato uno specifico, è sempre quello della scuola Tía Tula.

Non pensarci due volte perché le attività non sono concepite solo per svagarsi, come garantito per ciascuna, ma anche per approfondire le tue conoscenze della cultura di Salamanca e, più in generale, di quella spagnola, ed inoltre partecipando puoi mettere in pratica lo spagnolo che impari a lezione.

Espressioni idiomatiche: “Coger el toro por los cuernos” e “Ponerse el mundo por montera”.


Oggi vedremo due espressioni legate al mondo della corrida. 
Sono le seguenti: “ Coger el toro por los cuernos” e “Ponerse el mundo por montera”.
Prima però di passare al significato delle espressioni idiomatiche, è necessario fare un breve accenno sulla  tauromachia, per questo vi lasciamo qua questo link: http://es.wikipedia.org/wiki/Tauromaquia
Fu questa che diede origine ad una serie di espressioni idiomatiche che fanno parte, oggi giorno, del linguaggio quotidiano.
Molti tecnicismi, ovvero parole che appartengono ad un determinato ambito di conoscenze (in questo caso della corrida dei tori) sono entrate nell’uso della lingua popolare.


Detto questo, andiamo ora ad analizzare le due frasi che  si trovano sopra:
1) La prima è “Coger el toro por los cuernos” che in italiano si traduce come: “Prendere il toro per le corna”.

L’immagine idiomatica di prendere il toro per le corna, ci richiama un’azione pericolosa ma allo stesso tempo coraggiosa. Per questo il detto significa prendere di petto, affrontare una situazione o un problema con determinazione, così come si prende per le corna il toro con violenza obbligandolo a piegare la testa.


2) La seconda “Ponerse el mundo por montera” invece significa “Non dare retta a nessuno”.
La “montera” in spagnolo è il piccolo cappello che utilizzano i toreri a partire dal secolo XIX e che una volta indossato, obbliga il torero a concentrarsi solo sul suo avversario, senza distrarsi dal resto.
Questa frase quindi come è possibile dedurre, significa procedere con orgoglio, senza ascoltare la opinione degli altri.

Per concludere, bisogna tenere conto che alcuni di questi detti appartenenti all’ambito della corrida, si possono trovare anche in alcuni testi di letteratura spagnola come per esempio in quella di Góngora, Quevedo, Lorca, Alberti e Miguel Hernández. Per questo motivo le espressioni legate in particolare alla corrida sono state studiate da molti accademici e persone importanti nel campo della lingua spagnola.


Valeria, tirocinante di Tía Tula

Attività extra scolastiche dal 9 al 13 settembre

Le attività di Tía Tula di questa settimana sono tutte da svolgere perché legate ai festeggiamenti ed alle manifestazioni organizzate a Salamanca in occasione della Fiesta Mayor.
Come sempre ve le riassumiamo qui di seguito perché possiate farvi un'idea della loro varietà.

Lunedì 9, Festivo - Giorno della Vergine della Vega: patrona di Salamanca

Martedì 10, 19:30 - Vieni a provare i pinchos della fiera. Prezzo: + o - 6 €. 
Punto di incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h.

Mercoledì 11, 18.00 - Salamanca apre le porte dei suoi monumenti
A seconda delle preferenze dei partecipanti si visiteranno uno o due dei seguenti monumenti: il comune di Salamanca, Esposizione Ieronimus, Museo del Commercio, casa museo di Unamuno, Università di Salamanca, caserma dei vigili del fuoco, Museo taurino, esposizione Scala Coeli, Museo Casa Lis. Punto di incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h.30

Giovedì 12, 19.30 - Mercato medioevale
Stand di spezie, giocattoli, vestiti, accessori, cibo… Andiamo a vedere cosa offre il mercato medioevale. Punto di incontro: Tía Tula - Durata approssimativa 1h

Venerdì 13, 17.15 - Corrida dei tori
Approfitta della fiera di Salamanca per vedere una corrida di tori (6 tori in totale)
E' imprescindibile iscriversi a questa attività in segreteria ed entro mercoledì alle ore 14.
Prezzo: 24,30 € (Con il carnet studente SCE)
Punto di incontro: Cinema Van Dyck - Durata approssimativa 2h.30
Ti ricordiamo che: è necessario iscriversi ad ognuna delle attività presso la reception della scuola (per riservare il tuo posto; il numero minimo di partecipanti richiesto solitamente è di tre persone); le attività per le quali non è indicato un costo sono gratuite; il punto d'incontro, a meno che non ne venga indicato uno specifico, è sempre quello della scuola Tía Tula.

Non pensarci due volte perché le attività non sono concepite solo per svagarsi, come garantito per ciascuna, ma anche per approfondire le tue conoscenze della cultura di Salamanca e, più in generale, di quella spagnola, ed inoltre partecipando puoi mettere in pratica lo spagnolo che impari a lezione.

mia esperienza in Tía Tula !!! - Valeria Mariotti


Quest’estate ho avuto la fortuna di passare due mesi a Salamanca, una città veramente bellissima, piena di cultura, movida e di cose interessanti .

Il motivo per cui sono venuta qua è stato perché dovevo svolgere un tirocinio estivo per la mia Università.  È stato grazie alla mia professoressa di spagnolo che sono venuta a Salamanca ed in particolare a Tía Tula. È stata un’esperienza bellissima !!!



Infatti mi sono trovata bene fin da subito: l’ambiente è molto famigliare ed inoltre non solo i colleghi di lavoro ma tutto il personale è molto disponibile e simpatico.
Essendo che la scuola si trova in pieno centro e casa mia molto vicino a Plaza Mayor  ( 10 minuti a piedi ) ogni mattina prima di andare a lavoro, mi godevo la mia passeggiata nel silenzio e nella calma della città.

Ho avuto anche l’occasione di avvicinarmi alla cultura spagnola grazie ad alcune attività  a cui ho partecipato, organizzate dalla scuola. Per esempio dato che la cucina è una delle mie passioni, ne ho approffitato per iscrivermi a due lezioni: tortilla e paella… i tipici piatti spagnoli!!!

Inoltre, ho ricevuto molti preziosi consigli su dove andare a mangiare, luoghi da visitare nelle vicinanze di Salmanca, ma soprattutto sui bellissimi locali dove andare per godermi ottimi “pinchos” e “tapas”, in quanto molte volte abbiamo organizzato uscite anche con gli studenti e alcuni professori per passare una serata tutti insieme.

È stata un’esperienza importante non solo dal punto di vista lavorativo, ma anche da quello linguistico  in  quanto ho potuto usare molto il mio spagnolo. Anche per ciò che riguarda le amicizie all’interno della scuola ho conosciuto gente proveniente da tutto il mondo.

Si ! Tía Tula è decisamente un ambiente internazionale! Ci sono tantissimi studenti provenienti non solo da molti paesi d’Europa, ma soprattutto dall’Asia e dall’America. Alla sera uscivamo tutti insieme per goderci questa stupenda città di notte, e ogni volta che veniva qualcuno di nuovo si univa al gruppo in quanto, essendo una struttura di medie dimensioni e un ambiente famigliare è molto facile stringere amicizie e  conoscere gente nuova!

Inoltre, prima di venire qua mi sono fatta aiutare dalla scuola con la ricerca dall’appartamento in quanto non sapevo davvero dove cercarene uno ! Alla fine me l’ hanno trovato  in pieno centro che ho diviso con altri coinquilini che studiavano nella scuola.

 È stato bellissimo: prima ho avuto la fortuna di dividerlo con ragazze spagnole e dopo con un ragazzo olandese e una ragazza di Taiwan, in modo così da essere sempre obbligati a praticare la lingua …

Veramente una delle più belle esperienze mai fatte prima !!!!!!!!!!!!!

Valeria, tirocinante di Tía Tula.